La dieta vegana che ti farà impazzire!

La dieta vegana che ti farà impazzire!

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi della dieta vegana? il dibattito è sempre molto caldo e in questo articolo cercheremo di fornire un quadro completo di tutti aspetti principali di questa filosofia di vita.

Partiamo subito considerando gli effetti di eliminare a carne dai nostri menù:

  • Sentirsi stanchi: da alcune ricerche svolte negli Stati Uniti è emerso che chi segue una dieta vegana evitando la carne ha un tasso di mortalità estremamente inferiore a chi invece mangia carne. Dall’altra parte però bisognerà prestare attenzione alla carenza di ferro e vitamine B12 che possono causare dolori alla testa e vertigini.
  • Mangiare legumi e fibre: senz’altro questo fattore è un vantaggio per la dieta vegana che indica di assumere molte fibre quotidianamente, il che è un bel aiuto per il fisico.
  • Carenza di calcio: per ovviare alla carenza di calcio potremmo scegliere di bere un latte vegetale che integrerà il calcio mancante
  • Meno rischio di avere malattie al cuore: Le proteine vegane sono un ottimo rimedio per ridurre il rischio di contrarre malattie al cuore, migliorando la pressione sanguigna. Non ingerendo grassi saturi e la carne si diminuirà notevolmente il rischio di infarti e problemi alle coronarie.
  • Effetto dimagrante: Sono molti gli studi che confermano il fatto che una dieta vegana possa ridurre il peso corporeo. Oltre ad una ridotta possibilità di contrarre diabete.

Dieta vegana: un mondo in equilibrio tra regole e filosofia

Quali saranno allora le regole di una dieta vegana? quali cibi possiamo mangiare e quali evitare? cosa cambierà nella nostra alimentazione?

Partiamo spiegando in cosa consiste la filosofia vegana, ossia la decisione di non alimentarsi con ingredienti derivati direttamente o in maniera diretta dagli animali.

Quindi gli alimenti che fanno da padrone nella nostra dieta saranno legumi, cereali e prodotti che contengano la soia, oltre al riso e al sesamo. Frutta e verdura.

I pro e i contro della dieta vegana

Il fattore preoccupante che si evidenzia anche in alcuni studi certificati è appunto la carenza di vitamina B12, che andrebbe assolutamente integrata in altri modi.

Per esempio un modo efficace sarebbe quello di integrare queste vitamine mangiando alghe e o lieviti, e ancora alcuni tipi di latte vegetale, senza scontrarsi con la filosofia e etica del vegano.

I vantaggi di essere vegani sono però tanti, e come abbiamo analizzato prima sono un ottimo modo per prevenire malattie all’apparato cardiocircolatorio.

Il fattore principale è appunto l’eliminazione dalla nostra dieta di gran parte di zuccheri, grassi, sale, e proteine.

I sostituti vegani della carne o del pesce

Vediamo come e se sarà possibile sostituire la nostra dieta tradizionale con la versione corrispondente vegana. Quali potrebbero essere i sostituti degli alimenti che utilizziamo quotidianamente, seguendo questi consigli potremo creare nuove ricette insaporite con spezie ed un po’ di fantasia per creare piatti sfiziosi.

Per sostituire la carne, il pollame o il pesce, potremmo utilizzare in maniera intelligente le verdure o i cereali.

Un ottimo prodotto da utilizzare nella fase di transazione è il tofu, per preparare ricette davvero sfiziose e assimilare i nutrienti di cui avremo bisogno. Abbiamo selezionato per voi un libro di ricette al tofu che potrete acquistare direttamente online al miglior prezzo.

Un altro prodotto che ci viene in aiuto per integrare la nostra alimentazione completa è il seitan, un prodotto derivante dal frumento che è venduto al naturale o aromatizzato.

Cosa utilizzare al posto del latte e delle farine?

Il latte è un alimento molto apprezzato dai vegani, che però sono bene attenti alla qualità e alla tipologia di alimento che amano scegliere. Solitamente il latte utilizzato sarà quello di soia o di mandorle, quello di cocco o di nocciola.

Indicativamente il latte di soia è più cremoso mentre quello di riso sarà un po’ più liquido, per intenderci.

Anche per quanto riguarda le farine potremo trovare cereali integrali ricchi di fibre e sostanze nutritive. La dieta vegana raccomanda di utilizzare farine integrali e non raffinate.

Come sostituire lo zucchero

Per quanto riguarda la sostituzione dello zucchero possiamo optare e scegliere tra diverse soluzioni come lo sciroppo d’acero, la frutta essiccata, i datteri, la mousse di mele o di banane, ecc.

I dolcificanti essenzialmente sono di due tipi: liquidi, come lo sciroppo, la melassa, o il nettare d’agave. Oppure in polvere come lo zucchero di stevia, quello grezzo o il succo di canna.

A secondo del gusto e della pietanza dovremo prestare attenzione alla quantità e alla qualità per preparare un piatto equilibrato.

Come sostituire il sale?

Possiamo sostituire l’apporto di sodio in diversi modi, e a seconda del piatto che andremo a preparare. Per esempio possiamo unire cipolle, aglio, prezzemolo e semi di sedano per condire e insaporire le nostre pietanze.

 

Se siete desiderosi di ricevere ulteriori consigli lasciateci un commento spiegando i vostri consigli e le vostre esperienze, saremo lieti di condividerli con i nostri lettori! Inviateci la nostra esperienza!